Selezione Puntarella Rossa | 3 / Indie Box

Come in certa musica indie, anche i produttori di questa nuova box di vini naturali tornano all’essenziale, eliminano il rumore di sottofondo, gli additivi inutili, gli artifici tecnologici e producono un suono autentico, acustico, che sa di terra e di natura. La Indie Box si chiama così perché composta da produttori indipendenti ma anche perché tutti e sei i vini sono fatti con lieviti indigeni, quelli che si trovano sull’uva e in cantina, con una fermentazione spontanea gestita con amore e passione da produttori che sono agricoltori, ma anche artigiani e un po’ artisti.

Box 3 bottiglie
Box 6 bottiglie
Aggiungi ai preferiti
Vini artigianali e naturali, freschi ed estivi

Indie, come produttori indipendenti e come lieviti indigeni.

L’enologo serve, perché è un professionista del vino, ma troppo spesso si è sostituito a Dio e, da dottor Stranamore dell’uva ha fabbricato vini manipolando con troppa leggerezza l’uva, strapazzando il territorio, creando bottiglie Frankestein senza identità e senz’anima. I produttori di questa box sono per la maggior parte pionieri del «naturale», agricoltori che rispettano il loro territorio e la loro uva.
La siciliana Arianna Occhipinti, la «natural woman» del vino, è nota nell’ambiente per la sua passione e per l’energia che ritroviamo anche nel suo Sp68 rosso. Così si racconta Arianna: «Il vino che mi piace fare non è semplicemente un vino biologico. È un vino naturale come penso di essere io. Che nasce dalla mia sensibilità per le cose vere e dai miei gesti, le mie attenzioni d’amore. Un vino che, nelle sue armonie e asperità, dice della terra dove è nato e anche di me».
Restiamo in Sicilia con Calabretta, che si presenta così: «Se vuoi essere unico, devi essere differente”. Lo dimostra con questo Carricante, vino minerale, vulcanico e strutturato.
Restando al Sud, non si poteva non omaggiare un pioniere del vino naturale, il giovane sardo Alessandro Dettori, che con il suo Renosu bianco ha creato un vino paradigmatico del naturale, rustico e nudo, non filtrato e non chiarificato, con una breve macerazione che lo rende vicino agli Orange wine.
La Puglia dei ragazzi dell’Archetipo con la freschezza dell’aglianico. La Campania, invece, ci dà questa volta un vino frizzante, tenuamente rosato, che fermenta in anfora e che già dal nome evoca la sua origine e la sua missione: vient’e terra, come la canzone di Pino Daniele.
L’unico rappresentante del Nord è La Stoppa di quell’Elena Pantaleoni che quanto a grinta non ha niente da invidiare ad Arianna Occhipinti e che abbiamo visto nel film di Jonathan Nossiter «Resistenza naturale». Il suo Trebbiolo è un vino semplice, di grande beva, essenziale e anche per questo, a ogni bicchiere, ci lascia senza parole.

Puntarella Rossa Logo Rosa Stappato
Puntarella Rossa è un diavoletto che si aggira con il suo forcone per i ristoranti, mangia, paga (sempre) e ne scrive, con ironia e serietà.
Le bottiglie
Carricante 2019
Tipologia: Bianco
Denominazione: Terre Siciliane IGT
Vitigno:
Paese/Regione: Sicilia
Grado alcolico: 13,5%
Vinificazione:
Trebbiolo 2019
Tipologia: Rosso
Denominazione: Emilia Rosso IGT
Paese/Regione: Emilia Romagna
Grado alcolico: 13,5%
Vinificazione:
"SP 68" 2020
Tipologia: Rosso
Denominazione: Terre Siciliane IGT
Paese/Regione: Sicilia
Grado alcolico: 12,5%
Vinificazione:
Incluse solo nella Selezione da 6 bottiglie
Renosu Bianco
Tipologia: Orange
Paese/Regione: Sardegna
Grado alcolico: 13%
Vinificazione:
Aglianico 2014
Tipologia: Rosso
Denominazione: IGT
Vitigno:
Paese/Regione: Puglia
Grado alcolico: 13,5%
Vinificazione:
Vient 'e Terra 2019
Tipologia: Bolle
Denominazione: Vino frizzante rosato
Vitigno:
Paese/Regione: Campania
Grado alcolico: 11,5%
Vinificazione:
La storia

Scopri le box della stagione

Fafiuchè
Il Piemonte che ci piace
Flavours
Vigne d'Italia in bottiglia
Nebbiolo Party!
Il Piemonte a casa tua
Promo
Daily Box
Vino quotidiano di qualità
Abbonati
Le nostre Selezioni ogni mese a casa tua